lunedì 27 ottobre 2008

Sapori dal Gusto!

Eccomi qua, ritornata un po' stanca da quel di Torino, dopo aver visitato il Salone del Gusto, Eataly e le bellezze storico, artistiche e naturali di questo ricco capoluogo del Piemonte.

Avevo sentito parlare da chi c’era già stato e un po’ mi immaginavo del numero di persone che questo evento avrebbe accolto , ma così come l’ho visto e vissuto proprio non me lo aspettavo!

Centinaia e centinaia di persone provenienti da tutte le Regioni d’Italia e da quelle Europee si sono date appuntamento al Lingotto Fiere di Torino, in fila davanti alle casse ad aspettare l'apertura della settima edizione del Salone del Gusto.
Tutti, arrivati fin qui, per assaporare, mangiare, scoprire nuovi sapori e conoscere nuovi cibi, degustare piatti tipici di ogni paese e prodotti in via di estinzione, tutelati dai Presidi di Slow Food (associazione che promuove oltre 300 Presidi in tutto il mondo) affinchè non scompaiono dalla nostra Terra! Appunto la Terra Madre che da tre anni affianca il Salone del Gusto per riunire e mettere a confronto contadini, produttori ed operatori nel settore agroalimentare mondiale, in quanto questi percepiscono il loro lavoro in modo più attento alle risorse ambientali, agli equilibri planetari, all’aspetto organolettico dei prodotti e alla salute dei consumatori.

...formaggi vari con rucola e aglio, con fiori e al carbone....

Il consumo di prodotti locali permette la genuinità e la freschezza, riducendo così l’inquinamento atmosferico e un vantaggio sul prezzo contenuto rispetto a quello prodotto fuori stagione.
Bisogna insegnare ai nostri figli e ricordare anche a noi stessi le indicazioni per riconoscere il sapore e il profumo giusto del prodotto, dal vero colore, dal profumo e dalla consistenza; saper aspettare il momento della stagione e mangiare i cibi locali.
Ritornare un po’ indietro nel tempo, come quando i nostri genitori mangiavano le arance a dicembre come regalo di Natale e le ciliegie a maggio!

...formaggi alle erbe aromatiche, ai pistacchi e allo zafferano...

Da qui l’attenzione a temi come biodiversità ed educazione alimentare
ll cibo come espressione di cultura e di identità: da rispettare, difendere e valorizzare.
Un percorso attraverso bancarelle mercato, isole del gusto e cucine, mercati della terra e suoni di Terra Madre, cibi di strada, Presìdi Slow Food, enoteche e birrerie, laboratori del gusto, per scoprire e riscoprire sapori, odori, colori di prodotti di grande qualità gastronomica.
Ce né per tutti i gusti!

E io in un giorno solo ho girato per i tre padiglioni e l’Oval, scrutando, guardando e fotografando quello che ho potuto, e il mio palato è passato dai sapori salati dei salumi e delle salse a quelli più dolci dei formaggi e del cioccolato, da quelli piccanti a quelli zuccherosi come la “Manna Eletta delle Madonie, alternando il vino alla birra, per passare poi dalla frutta essiccata al pane imbevuto nell’olio purissimo, fino ad assaggiare il vino spumante di pera Champagner ….

...la fonduta...

...questo è un tipico formaggio piemontese che non mi ricordo il nome!...

se qualcuno lo sa mi faccia sapere come si chiama :)

...formaggi stagionati...mai visti!...sembrano delle patate!...

Il primo impatto è stato quello di rimanere a bocca aperta con questo tripudio di cibi, di colori, di odori e di persone caretteristiche che vendevano i loro prodotti con il loro costume tradizionale della zona proveniente....mi sentivo Alice nel Paese delle Meraviglie! Cibi che non avevo mai visto e assaggiato! Altre volte invece mi sembravo di essere Fantozzi da quanto ero imbranata a fare tutto (assaggiare, fotografare, prendere i biglietti da visita, aprire la borsa, chiudere la borsa, riprendere la macchina fotografica ecc...). Ed alla fine della fiera mi sono sentita anche un po' imbarazzata e un po' triste a vedere quante cose che abbiamo e che possiamo mangiare mentre c'è tanta gente nel mondo che non ha nemmeno un chicco di riso! Ecco questo pensiero mi ha disturbato abbastanza...

...attrezzo per tagliare a ventaglio uno strato sottile di formaggio...

e poi ho incontrato Ominosalato (Fabio Fassone) ideatore di SALTEXPÓ, primo Evento Internazionale itinerante dedicato al SALE e vari Food Blogger con cui sono andata a cena in una Osteria tipica Piemontese…

TO BE CONTINUED...

Share:

22 commenti

  1. che bellissima segnalazione!!!!!
    mio marito e'un vero amante dei formaggi e si e'incantato davanti al tuo post!

    RispondiElimina
  2. bentornata! Eccoti carica di informazioni immagini bellissime e racconti...educazione al gusto....io ci credo...ma quanti altri? e sarebbe un 'avventura stupenda perdersi in questo mondo! un abbraccio

    RispondiElimina
  3. Che meravigliaaaaaaaaa...e tutti quei formaggi favolosiiiiiii...roba da ingrassare solo a vederliiiiiiii...
    Grazie per aver condiviso tutto questo con noi!!!
    bacioni

    RispondiElimina
  4. Quando leggo di questi eventi così lontani da dove abito, non sai quanto vi invidio, sia per la possibilità che avete di visitarli, sia per il fatto di andare alla ricerca e di poter acquistare delle chicche gastronomiche, in compenso però me li hai fati visitare virtualmente e te ne sono grata:-)
    Buona giornata!

    RispondiElimina
  5. s', ti vedo come nel paese delle meraviglie o anche in quello dei balocchi, non si sa dove guardare e cosa assaggiare prima.

    RispondiElimina
  6. E brava Carletta!!!! Ci sei riuscita a fotografare il formaggione, io no accidenti, in quel casino!!!Bellissime foto e didascalie, mi hai fatto tornare lì. Bacioni!!

    RispondiElimina
  7. Buongiorno Paoletta mia!
    E' stato un piacere conoscerti e conoscere anche gli altri!
    Ti mando un abbraccio affettuoso :D

    RispondiElimina
  8. Che meraviglia, noi adoriamo il formaggio, ancora di più se è aromatizzato...
    Qui ce n'è veramente per tutti i gusti! Su, non dirci che sei tornata a casa a mani vote!?
    Un bacio

    RispondiElimina
  9. No a mani vuote mai :D
    Ho comprato delle cose più leggere da portare e meno odoranti :) perchè per comprarsi un po' di queste cosucce ci vuole un trolley e una master card più voluminosa :)

    RispondiElimina
  10. Spettacolo!!! Il prossimo anno mi organizzo assolutamente non me lo posso perdere!!!!!

    RispondiElimina
  11. Mannaggia, sarebbe tanto piaciuto anche a me, vedere il Salone del Gusto! Sarà per la prossima volta: intanto mi gusto le tue bellissime foto: accidenti, viene voglia di mangiarselo ,quel bel formaggione a strati! A proposito, te lo sei ricordato poi come si chiama? Bacioni

    RispondiElimina
  12. E' troppo divertente riconoscere ora questo ora quello ... anche se non abbiamo potuto incrociare le nostre visite, è stato un po' ripercorrere gli stessi passi ... La prossima sarà la volta buona!

    RispondiElimina
  13. Ciao Carla!

    Come è andato il rientro? a me benissimo. La domenica poi ho visto il centro di Torino e sono tornato al Salone del Gusto. Piacere ancora di averti conosciuta! Se vieni a Roma, fammi uno squillo!
    Sul mio blog trovi anche il mio resoconto sul salone.
    A presto.
    Enrico

    RispondiElimina
  14. ehi, a me il formaggio non piace ,ma ora ho l'acquolina in bocca.
    Domani è il Gelmini no/day.
    Ricordiamoci di scioperare, chi può, e di andare a Roma x dimostrarle il nostro dissenso
    Ciao

    RispondiElimina
  15. *lefrancbuveur: ciao enrico! Il rientro è stato stancante...non si arrivava più con il Regionale! Il giorno dopo abbiamo visitato Eataly, davvero interessante e ben strutturato...poi farò un post :D
    Il piacere è anche mio, certo se capito dalle tue parti ti faccio sapere.
    Au bientot

    RispondiElimina
  16. l'ultima riflessione è la stessa che ho io spesso
    e non capisco perchè si faccia sempre così poco...
    bentornata, io non potevo esserci, ma ho fatto una piccola lista a mio figlio che invece era presente e comunque adesso ho letto la prima puntata, ma aspetto il seguito, baci!

    RispondiElimina
  17. ciao mammamia quante bontà!!!
    buonissimiiiii ^_^
    buona giornata
    veronica

    RispondiElimina
  18. Carla, strepitoso il tuo resoconto di quest'avventura torinese, hai scattato delle foto meravigliose, noi non siamo riusciti a fare altrettanto, risucchiati dalla folla e dalle borse, comunque posteremo anche noi a giorni! Aspettiamo il tuo proseguimento e nell'attesa ti ringraziamo per la bella serata che abbiamo passato insieme! E' stato bello conoscerti!
    Baci da Sabrina&Luca

    RispondiElimina
  19. ciao Carla!!! ma che meraviglia di resoconto e che bei formaggi senti è un pò che non passo di qui ma volevo farti un invito stò facendo una raccolta per cups cake ti và di partecipare? mi farebbe molto piacere vienimi a trovare :-) ciao Ely

    RispondiElimina
  20. Ciao Carla, è sempre un piacere farsi torturare da te!!! Devo venire in orari "neutri" se no capita un macello in cucina! Grazie per questo bel post, come sempre quasi sento i profumi e l'altmosfera... Un grande abbraccio e.... Salagadulamagicabula....

    RispondiElimina
  21. Quante bontà.....svengooooo!
    Baci e buona serata.

    RispondiElimina
  22. Carla a proposito di ciliegie... mi ha fatto sorridere la risposta di Bigazzi oggi a una signora che domandava cosa poteva fare delle ciliegie del suo orto che ha congelato a maggio.
    "Le butti!"
    :)
    Bellissimo reportage!

    RispondiElimina

Template by pipdig