giovedì 15 gennaio 2009

Montemonaco, la via dei presepi e la zuppa di fagioli

In questi giorni ho molte cose da fare, in primis studiare e quindi non posso aggiornare il blog come vorrei, quindi se non mi vedrete sapete il motivo.


Queste sono le foto fatte lunedì 4 gennaio mentre andavo a prendere mia figlia al campo Scout a Montemonaco, località in Provincia di Ascoli Piceno. E' stata una giornata splendida, con un sole meraviglioso e un'aria pulita che era da molto che non si vedeva. Le strade per fortuna erano libere e così ci siamo incamminati per questo paesino sperduto sui Monti Sibillini. E più ci avvicinavamo con la macchina e più la montagna di neve si ingrandiva, sempre più enorme, maestosa e imponente. Ho pensato chissà i ragazzi quanto si saranno divertiti nelle loro attività! Mia figlia poi stravede per la neve quindi già mi immaginavo quanto le avrebbe fatto piacere stare lì!

Lungo la strada abbiamo incontrato un pastore con il suo gregge di pecore che ancora da queste parti non è una novità e meno male!


Verso mezzogiorno ci siamo fermati a pranzo in una trattoria di Montemonaco e abbiamo mangiato abbastanza bene con piatti caratteristici del luogo.
Dopo siamo andati al centro del paesino a vedere la via dei presepi. Il paese è molto piccolo ma carino, situato a 1000 metri di altezza nel Parco Nazionale dei Monti Sibillini, non vi dico il freddo ai piedi e alle mani nonostante i guanti e le collant di lana con i scarponcini imbottiti di pelo! Un paese che offre un panorama stupendo che va dal mare ai monti dell'Abruzzo.
Le case sono tutte in tufo con finestre piccolissime ma tutte adornate da vasi con fiori come potete vedere e i tetti delle case erano pieni di ghiaccioli lungi e appuntiti che passarci sotto è stato diciamo un po' pericoloso?

Il presepe era disposto negli angoli più suggestivi del centro e nei posti più disparati. E' stato un originale e caratteristico percorso espositivo della Natività nel cuore di questo piccolo borgo sulle cima delle montagne.




Ora passo ai premi dell'anno 2009, perdonatemi per quelli ricevuti nell'anno vecchio che ancora devo postare...quando passerà questo periodo intenso di studi farò pure quelli...Speriamo!
Mi sono stati donati entrambi dalla carinissima e dolcissima Romy che ringrazio molto! Le regole le trovate qui e qui e li giro ad altre sette persone che sono:




In più vi metto questa ricetta scalda cuore che in questi giorni fa proprio bene. Nel mio menù invernale le zuppe e le minestre sono un vero must fatte sia di legumi che di verdure accompagate a volte con delle fette di pane abbrustolito. Questa è una zuppa di fagioli con salciccia e pomodoro (ricetta di mia madre) che faccio spesso perchè piace a tutti! Potete anche prenderne una parte e passarla al mixer o al passa verdure e rimetterla nella pentola, un piatto molto versatile e stuzzicante ma soprattutto ricco di proteine!
Ingredienti:

-300 gr di fagioli cannellini
-1 salciccia
-1 barattolo di pomodorini pelati a pezzetti Aromi (sedano, carota, 2 spicchi d’aglio e alloro)
-1 bicchiere di vino bianco
-Olio e.v.o q.b.
-Sale e pepe q.b.
Cuocere i fagioli
Mettere a bagno i cannellini in acqua fredda per una notte con un pizzico di sale grosso. Il giorno dopo sciacquali e trasferiscili in una pentola con l’alloro, 2 spicchi d’aglio non spellati, le coste di sedano e la carota fatti a piccoli pezzetti. Cuocere aggiungendo dell’acqua fredda, con il coperchio scostato a fuoco dolcissimo per circa 1 ora e 30 minuti. Salare e pepare a vostro piacimento. A fine cottura eliminare l’aglio e l’alloro. Rosolare gli ingredienti In una padella far rosolare la salciccia con un po’ di cipolla tritata e dell’olio e.v.o, unire i pomodori pelati a pezzetti e aggiungere un bicchiere di vino bianco, far evaporare il tutto. Sino a che non si siano rosolati gli ingredienti. Poi mettere i cannellini e aggiungere altra acqua e proseguire la cottura a foco basso per un ‘altra ora circa.
Completare
Mettere la zuppa in ciotole di coccio e spolverizzare con un pizzico di peperoncino in polvere e se vuoi puoi irrorare con un filo di olio evo.
Ora vi saluto e a presto!Bye Carla!
Share:

21 commenti

  1. Abbiamo posti magici così a portata di mano...
    e che dire della ricetta? proprio di quelle che piacciono a me :)))

    RispondiElimina
  2. posti veramente splendidi...la tua zuppa di fagioli è golosissima...te la copio:-)
    Annamaria

    RispondiElimina
  3. Grazie per questa bellissima gita, mi è parso quasi di sentire l'odore della neve... E grazie anche per la zuppa, che anche mia mamma fa spesso, con l'aggiunta del cavolo nero

    RispondiElimina
  4. Le tue foto sono incantevoli!
    E quella zuppa... mmm... mi sa che io e Eli ci autoinvitiamo presto (per Eli: bacioniii)

    RispondiElimina
  5. Amo leggerti Carla, quando racconti mi sembra di esser lì...che belle anche le foto!
    un bacione

    RispondiElimina
  6. carla gentilissima! del pensiero a papavero,
    grazie! e grazie delle visite, dello scambio, il gioco delle curiosità reciproche quanto mi piace!

    che posti belli hai fotografato, le pecore vere la neve i presepi il campo scout il paesaggio collinare montano questa sì è l'italia che mi piace la nostra bella italia quella che sa commuovere ecco lo dico senza tema di passare da retorica

    RispondiElimina
  7. In questo post c'è tutto : cibo per gli occhi e per il cuore ( le bellissime foto di quel magico angolo di mondo....): cibo per il corpo ( quella bella, corroborante, consolante minestra dal sapore antico, che sa tanto di focolare e di famiglia....) : e anche un riconoscimento alla tua bravura...ma di cosa mi devi ringraziare? Il tuo blog è bellissimo, ed ogni premio è supermeritato...Ti abbraccio :-)

    RispondiElimina
  8. grazie di cuore Carla.
    il tuo minestrone di fagioli poi (posso togliere solo la salsiccia?) mi garba assai! ;-))

    RispondiElimina
  9. grazie, grazie (DUE premi!); e in che bella compagnia :))

    mi ci ritrovo benissimo.

    PS: che paese di incanto, con quei ghiaccioli.

    RispondiElimina
  10. *onde99: con il cavolo nero? da provaegrazie :)

    *Kazu: ciao kazu! vieni pure insieme ad eli la porta della cucina è aperta :)

    *papavero: eh si bei posti questi! ti sembra di vivere in un altro mondo :)

    *cobrizo: ma certo togli, togli pure la salciccia e puoi aggiungerci qualche altro ingrediente che ti piace di più oppure può rimanere anche così. Fai tu :D

    *artemisia: si era da molto tempo che non vedevo dei ghiaccioli così lunghi, mi ha emozionato :)

    RispondiElimina
  11. Ciao Carla!
    Che piacere mi ha fatto la tua visita!
    Primo molto bello il blog...per contenuti...ma non solo!sara' il colore...le foto...ma mi fa rilassare!
    Belle le foto di Montemonaco...non lo conoscevo!
    Per quanto riguarda i fagioli...semplicemente li adoro!Pasta e fagioli e' la mia ricetta del cuore...

    RispondiElimina
  12. Ma che posti deliziosi!!!! E che dire della zuppa di fagioli ... è sempre ben gradita!!!! Buona giornata Laura

    RispondiElimina
  13. Cara Carla, che splendide fotografie, come sempre! La zuppa di fagioli rischia di uccidermi ma almeno questa volta non mi sento tutta in subbuglio per l'appetito che solo tu sai scatenare in me in modo così irrefrenabile!
    Grazie per i premi, sai a me non piace molto "esporli" sul mio blog anche se so che nella maggior parte sono dati con il cuore e che siamo un po' tutte nella stessa situazione quando li riceviamo... La prima volta son salti di gioia e poi in seguito un gran linkare, avvertire, ricopiare rinominare e poi ti arriva lo stesso premio il giorno dopo ecc...... Credo che appena ho il tempo farò una parte del blog (un po' nascosta, tipo il cassetto dove si trovano i diplomi e le chiavi della casa precedente ecc...) perché mi dispiace non dare seguito ed in cuor mio mi rallegro...

    Ti faccio tanti tanti auguri per i tuoi studi (di cosa???) ed a presto su questi schermi!!!!! Cathy

    RispondiElimina
  14. bellissime le immagini che ci hai fatto vedere, come siete fortunati l'Italia è proprio bella, le zuppa e buonissima scalda decisamente il cuore, ciao

    RispondiElimina
  15. ero rimasta u po' indietro con i tuoi aggiornamenti e mi sono letta Torino vista dai tuoi occhi, io l'ho vissuta con altri occhi, ma quanti bei ricordi.

    RispondiElimina
  16. che buona quetsa zuppa ....la segno pe ril primo girono di sole ...magari la provo sulla cucina solare.....e che splendido posto ci hai mostrato! buono studio tesorissima tantissimi baci

    RispondiElimina
  17. Una passeggiata sotto la neve, quella lungo la quale ci hai condotto, fredda, ma intensa per le immagini altamente suggestive.
    Ottima zuoppa scaldacuore!
    Baci e in bocca la lupo

    RispondiElimina
  18. studia studia....che poi torni tra di noi più di frequente....non so cosa studi, ma auguri perchè le cose vadano come tu desideri...zuppetta graditissima, bacioooo!

    RispondiElimina
  19. Nella foga non ti ho ringraziata per i premi e così sono tornata.
    GEAZIE di cuore.
    Un abbraccio

    RispondiElimina
  20. Ciao carla...come al solito le tue foto m'incantano e mi fanno anche respirare un'aria pulita che vorrei proprio toccare con mano e la semplicità di questa zuppa antica ma giovane sempre, mi porta lontano...dove i sapori genuni regnano ancora. Grazie per questi viaggi che ci regali.

    RispondiElimina
  21. ciao carla!
    c'e' un premio per te sul mio blog...quando vuoi passa ritirarlo.a presto...

    http://ricettedicasa.blogspot.com/2009/01/blog-post.html

    RispondiElimina

Template by pipdig