lunedì 3 agosto 2009

Libroterapia in vacanza

In partenza anch'io per un po' di giorni, non molti, diciamo giusto il tempo per rinfrescarmi un po' l'idee e rilassare il corpo e la mente, una vacanza all'insegna del relax e del benessere dato che qui fa molto caldo e che siamo tutti stressati. Vado a raggiungere degli amici nei dintorni di Brunico quasi ai confini con il Tirolo per respirare un po' d'aria pura, non che qui nè manca perchè abito sulle colline ed è sempre abbastanza ventilato ma un'aria più fresca e meno umida, godendo anche di qualche massaggio, bagno rilassante, passeggiate in splendidi paesaggi naturali e mangiare senza cucinare degustando le prelibatezze del luogo e portandomi chiaramente dei libri come questi due che vi consiglio vivamente di leggere.

Ecco la terapia più terapia di tutte: curarsi con i libri. Ce ne sono un'infinità, non scadono mai, e puoi decidere tu tempi e dosaggi. Per qualsiasi disturbo, carenza o bisogno, i libri curano, nutrono, confortano. Miro Silvera, scrittore colto e raffinato, ci accompagna tra gli scaffali raccontandoci anedotti originali e indicandoci il libro giusto per ogni male. Tra le benefiche pagine della libroterapia troverete tutto, perfino i consigli in pillole- Soffri di questo? Leggi quello! - e gli usi diversamnete terapeutici dei libri: oltre che letti, infatti possono essere regalati, usati per migliorare il portamento, addirittura come arma di difesa. Attenzione all'unico effetto collatrale: possono dare assuefazione.
I PUNTI DELLA LIBROTERAPIA
Che cos'è un libro. Una pillola?
La biblioteca come farmacia dell'anima (e la Bibbia come aspirina)
I luoghi della Libroterapia
La poesia come distillato omeopatico (e il poeta come scienziato)
La cura per l'infelicità è forse un pensiero felice?
La cura per l'infelicità è forse un pensiero infelice?
La vecchiaia si cura leggendo (e raccontando)
Il libro come nutrimento necessario
Gli aforismi fanno bene all'anima
Usi diversamente terapeutici dei libri
Libroterapia in pillole
Tratto da LIBROTERAPIA - Miro Silvera - Un viaggio nel mondo infinito dei libri, perchè i libri curano l'anima.
Odiato o amato, preparato con cura o consumato al volo, il cibo è sempre in cima ai nostri pensieri, anche quando non vogliamo. Lo sa bene chi, in un momento d'ansia, si ingozza di salatini e patatine; o chi, per lenire un dispiacere, divora un panettone intero. Ma il cibo è molto più che la valvola di sfogo delle nostre tensioni: il cibo è nutrimento e vita, è cura e attenzione, è socialità e comunicazione. Cucinare diventa quindi un atto profondamente creativo, giocoso, rassicurante, in cui ogni fase della realizzazione di una ricetta diventa un momento prezioso, da godere da soli o condividere con gli altri: preparare gli ingredienti, manipolare la materia, attendere la cottura, assaggiare. Fino al momento più bello e più atteso, quello del convivio. Con Cucinoterapia, la psicologa del gusto Roberta Schira ci accompagna dietro ai fornelli in un viaggio che, passando attraverso la psicologia e le abitudini, dall'infanzia alla vecchiaia, svela i pregi e i benefici del cucinare e offre meravigliose "ricette", golose e salutari per la mente, il cuore e il palato.
PERCHE' CUCINARE FA BENE AL CORPO E ALL'ANIMA:
E' un atto di generosità
E' un antidepressivo
E' un modo per volersi bene
E' un mod per volre bene gli altri
E' un mezzo per tramandare il sapere familiare
E' un mezzo per abbattere le barrierre culturali
Libera la nostra creatività
Tratto da CUCINOTERAPIA- Roberta Schira - Curare, accudire, amare se stessi e gli altri con il cibo.
Questo è un bar che esiste da moltissimi anni e che frequento spesso d'estate dato che quando fa caldo e c'è l'afa come in questi giorni (infatti ci sono stata venerdì sera anche per festeggiare una data importante) qui si sta benissimo anzi portatevi se ci andate un giubbetto o pullover perchè la temperatura scende di diversi gradi! Si trova a metà del monte "Conero" e noi lo chiamiamo il bar di Metà Monte altrimenti si chiamerebbe "Al Belvedere" dato che la vista è da mozzafiato...quando la serata è limpida si vede tutta Sirolo, Numana, Marcelli sino a P.Recanati e ancora più il là! Beh il panorama è stupendo!
Il locale è tutto all'aperto tranne qualche tavolo sotto una veranda o sotto qulache fronda di albero (caco) e alla buona con tavoli e seggiole di plastica, ma si possono gustare pochi ma buonissimi piatti tradizionali...c'è un antipasto assortito della casa con vari salumi, formaggi e stuzzicchini come i peperoni ripieni, aglio marinato e olive nere per proseguire con la carne cotta alla brace. Si passa dalle puntine di vitella all'aceto, alle salcicce, alle costarelle e al coniglio con pomodori tutti cotti con la carbonella! ...del buon vino rosso della casa e dolci come il tiramisù o la crostata accompagnato con il vino di visciole!
Nel pomeriggio, diciamo dalle 16,00 sino alle 19,00 se volete rifrescarvi dopo una giornata di sole e sale andate qui a farvi una merenda con delle rosette di pane farcite con salcicce e pomodori alla griglia (dicesi in dialetto pacche di pomodoro) o con delle gustosissime spuntature! (budella di vitello da latte che non deve aver mangiato l’erba nemmeno una volta; arrostite e aromatizzate con il pepe ) Che oramai sono in via di estinzione! Una volta si vendevano anche lungo le strade - Street food! - ora non più! E pensare che quando ero piccola non mi piacevano invece ora sì :-)


Prenotate con un largo anticipo perchè è sempre pieno!



Buone vacanze!


Bar BelvedereVia Monte Conero, 18
60020 Sirolo (AN)
 071 9331605  071 9331605
Share:

12 commenti

  1. Buone vacanze a te e sono daccordo: un libro ti cura più di qualsiasi medicina ^_^

    RispondiElimina
  2. Cucinoterapia: cercavo un libro da divorare in una settimana di vacanza oggi mi fiondo in libreria a comprarlo!
    Io invece ti consiglio:
    La scuola degli ingredienti segreti di Erica Bauermeister edito da Garzanti.
    Buone Vacanze!

    RispondiElimina
  3. Leggere i tuoi consigli per gli acquisti in libreria è sempre un grande piacere... spero, in queste vacanze, di non avere tempo per leggere, visto che potrebbe significare solo che piove a dirotto e che non posso passeggiare per monti e villaggi... ma in Settembre le tue parole mi torneranno molto utili!

    RispondiElimina
  4. Grazie Carla per i consigli sempre bellissimi che ci dai!!!!!!!!!!
    Un abbraccione e buona rilassante vacanza!

    RispondiElimina
  5. Buone Vacanze a te! Un abbraccio Laura

    RispondiElimina
  6. Ciao Carla
    ti ho appena trovato ed ho dato una sbirciatina...che dire di un blog in cui trovo molte delle mie passioni, in primis i libri? Che ti terrò d'occhio, nel mentre anch'io ti consiglio La scuola degli ingredienti segreti.
    Buone vacanze
    Federica

    RispondiElimina
  7. Buone vacanze a te cara...e buona lettura ! Bacio :-)

    RispondiElimina
  8. *sweetcook: esatto! senza libri che vita sarebbe?

    *Betty Forner and *F alias Federica:grazie del consiglio datemi ma l'avevo già adocchiato in libreria e messo il lista d'attesa :))) ma appena letto il vostro commento sono andata a comprarlo subito...poi vi dirò! Benvenute allora nel mio blog :-)

    *onde99:no speriamo che non piova ma alla sera qualche pagina da leggere i la trovo sempre...sarà che sono una libroaddicted :)?

    RispondiElimina
  9. *Simo: è un piacere simo condividere le mie passioni con voi tutti! e detto da te che sei una amante del leggere che dire...baci a volontà:)

    *L'Antro dell'alchimista: thanks! e bacioni lauraaaa...

    RispondiElimina
  10. *emilia: grazie! nè avrò da leggere...e il tempo non basta mai per le cose che si amano :-)

    RispondiElimina
  11. Buon relax, condivido ciò che hai scritto e non potrei mai partire senza un libro, sentirei un vuoto! Questo non lo conoscevo, lo metterò nell'elenco delle mie prossime letture, a presto!

    RispondiElimina
  12. *Milla: Ciao :)!

    A chi lo dici...senza libri anch'io non potrei partire, è indispensabile per tutto, è come se una parte di me rimanesse a casa e quindi da portare assolutamente! :-)

    RispondiElimina

Template by pipdig