domenica 1 novembre 2009

Zucca fritta con lo zenzero!

Quenelle di zucca
Siamo in piena stagione di zucche e in clima di carnevale d'autunno dato che ieri sera era la festa di Halloween! Le case sono invase da queste Cucurbitacee dalle varie forme, colori e dimensioni. Un Week End da brivido! :-) Fatto sta, che oggigiorno questa festa importata dall'America e a sua volta arrivata dalla tradizone irlandese ha invaso da molti anni ogni città e paesino della nostra Italia con feste e spettacoli vari di musica, teatro e laboratori per tutti! E allora ho preparato questa ricetta profumatissima a base di zucca gialla. Una ricetta che mi è giunta dallo chef a domicilio Clara Zani di Mantova conosciuta al Festival delle Passioni questa estate e da allora siamo rimaste in contatto! e così ogni tanto mi invia delle ricette tra cui questa.

Quenelle di zucca
Va fatta così: si prende circa 250 grammi di zucca dopo averle tolto i semi ma non la scorza perchè si riesce meglio a grattugiarla e si spreca meno zucca (già sperimentato credetemi), poi si fa la stessa cosa con circa 250 grammi di patate pulite e lavate e 60 grammi di zenzero. Per la zucca e le patate usate la grattugia con i fori grandi per lo zenzero invece quella con i fori piccoli. Si aggiunge un cucchiaino di mais (Maizena), una presa di sale e pepe. Si amalgama bene il tutto schicciando con un cucchiaio sul composto varie volte in modo da far uscire tutta l'acqua che rilascia la zucca e le patate. Poi con due cucchiai prendete una quantità normale del composto per formare delle quenelle, le ripassate bene da un cucchiaio all'altro e friggettele in una padella antiaderente con poco olio di semi. Mentre friggono nell'olio caldo le premete un tantino con un cucchiaio di legno. In questo modo avrete delle "monoporzioni" croccanti fuori e ben cotte dentro.Ma appena fatta e vista la ricetta mi è venuto un flash, un ricordo di un'immagine! Si ho detto! questa ricetta rassomiglia ad una che avevo visto in un blog l'anno scorso! Ho cercato bene di spremere le meningi e voilà! Ho fatto una piccola ricerca in rete e ho trovato l'immagine che mi veniva in mente, sono i rösti di zucca che Alex aveva postato l'anno scorso, un piatto tipico sia della Germania che della Svizzera! Per altre info Per una versione de luxe con salmone andate qui! A quanto pare si mangia anche in altri paesi del Nord Europa e pure nel nostro Trentino! Una ricetta vecchissima mi dice Clara, di una sua zia di nome Lucia che gli parlava di una spezia rara che chiamavano ginger e che arrivava dalle navi presso il porto di Venezia. Avendo loro sangue veneziano gli risulta che nella loro famiglia c'era un calzolaio che verso la metà del 700 viveva a ridosso di un ghetto ebraico...quindi chissà come si sarà chiamata quella volta? "Zucca fritta alla Veneziana" o "Zucca alla Marco Polo"? Lasciamo ai posteri larga sentenza :-)

"Devo rettificare alcune cose! Dopo alcuni giorni che avevo pubblicato questo post lo Chef a domicilio Clara Zani mi ha scritto dicendomi che non avendo le dosi precise della ricetta che la sua zia Lucia gli aveva imparato (perché mai trascritta a dovere) un bel giorno si è incappata nel blog di Alex e vedendo la ricetta che in maniera chimicamente perfetta andava a stabilire in modo inequivocabile e una volta per tutte i quantitativi e le dosi, ha gridato EUREKA e presa dall’entusiasmo per un figliol prodigo ritrovato l’ha riproposta aggiungendo egoisticamente la variante al salmone come suggerito da Alex! Acciecata dalla bellezza del fatto che una sua cara ricetta potesse acquisire tanto pregio grazie alla pubblicazione sul mio blog, ha completamente tralasciato di menzionare il merito di Alex per avergli specificato i numeri precisi che gli permettevano di renderla gustabile al resto del mondo, tenendo solo conto della tradizione della sua casa. Mi dice che sia per l’onor del vero che per il grande ricordo che ancora la lega al suo travagliato passato si è sentita di riqualificare la precisione culinaria di Alex e la umile semplicità di un’antica squisitezza veneziana. Ecco perché le ricette sono uguali! Diamo a Cesare quel che è di Cesare! Dico io no? E la prossima volta cara Clara stai più attenta a non trascurare questi dettagli importanti prendendoti meriti che non ti aspettano! Grazie!" 

 
Quenelle di zucca
Le versioni sono molteplici! Quella Svizzera è fatta solo di patate che è l'ingrediente base con lo strutto e il rosmarino. Poi ogni regione ha la sua ricetta, i Bernesi sono noti per il loro croccante rösti al burro. Si può farlo sia con le patate lesse che con quelle crude, a cui vengono spesso aggiunte cipolle, pancetta, formaggio, erbe aromatiche, speck ecc. Arricchiti con mille ingredienti e spezie a piacere. Quindi a voi giocare con la fantasia! Se vogliano una versione sfiziosa, come dice Clara, è un ottimo antipasto autunnale che si trasforma in un gustosissimo piatto unico da servire con del salmone affumicato in abbinamento ad un aromatico Sauvignon Colli Orientali del Friuli D.O.C.
Ecco a voi un elenco delle ricette dei rösti nelle varie regioni svizzere:Rösti da patate crude - Rösti da patate lesse - Rösti alla bernese - Rösti alla Emmentaler -Rösti alla basilese - Rösti alla ticinese - Rösti all'urana - Rösti all'appenzellese - Rösti alla glaronese -Rösti alla zurighese - Piatto di carni con rösti e pezze di mele.

Quenelle di zucca

Queste che vedete sul lato sinistro della foto sono le zucche "Yugoslavian Fingers" prese presso l'Orto Antico . Non sono carinissime? Hanno una forma che a me fa pensare a dei fantasmini o a delle meduse o addirittura a delle astronauti no?
P.S.: un consiglio? Provatela perchè è una ricetta veloce e semplice, molto buona, da mangiare sia come pasto unico che da abbinare alla carne come contorno, può essere un finger food per un antipastino stuzzicante e la nota pungente e aromatica dello zenzero con quel vago profumo di limone gli dà un tocco veramente speciale!

Buona domenica!
Share:

21 commenti

  1. Zucca e zenzero sono il mio abbinamento preferito. Zuppa, risotto, zucca arrosto, rösti. Lo zenzero valorizza molto la zucca.
    Io avevo trovato la ricetta in un libro tedesco. È proprio uguale :-)

    Un abbraccio
    Alex

    RispondiElimina
  2. bellissime.. e devono essere così profumate!

    RispondiElimina
  3. Che buone queste frittelline...zucca e zenzero...mai provato questo abbinamento, terrò a mente!
    Bacioni

    RispondiElimina
  4. Zucca e zenzero piacciono molto anche a me...oggi ho rovato anche con le carote...non mal. La zucca fritta mi manca ancora....ma a breve sarà MIA!!! grazie per i passaggi utilissimi!!!Alexandra

    RispondiElimina
  5. ciao carla, certo che son un idea simile, come può non essere una buonissima domenica? :-)

    RispondiElimina
  6. Avevo già sperimentato la ricetta di Alex e adesso ripensandoci mi hai di nuovo tentato :-)
    Baci e buona settimana!

    RispondiElimina
  7. Grazie Carla, per me è un onore "sentirti" parlare di me. E mentre ti leggo mi ritorna il gusto avvolgente e contrastante di zucca e zenzero e penso che spesso le ricette confezionate con elementi semplici risultano anche le più affettuose e le più piacevoli da cucinare e proporre.
    Ti abbraccio.

    RispondiElimina
  8. letto con interesse la tua proposta della zucca e il post di alex da te citato, sono per me una versione inedita questa grattugiatura anche se mi ha fatto sovvenire il ricordo di una ricetta spifferatami velocemente da una cassiera di un supermercato a roma, la cui nonna -senti che cordata è questa!- grattugiava la zucca, vi univa farina e poi faceva una sorta di pizza di zucca da mettere in forno, suggestione che provai anche ma di cui avevo perso memoria, grazie perciò a te a clara zani ad alex insomma a tutte quante sono disponibili e ben disposte alle cordate culinarie e gastronomiche! ed anche un bacio a tutte voi!

    RispondiElimina
  9. Buonissima così la zucca! L'abbiamo provata in molte versioni ma frita ancora ci manca! Certamente lo zenzero le ha dato il profumo che ci voleva.
    baci baci

    RispondiElimina
  10. grande, grande suggestione i rosti.

    RispondiElimina
  11. che belle quelle zucche! davvero particolarissime :-)
    e che belle anche queste frittelle di zucca!

    RispondiElimina
  12. *Cuoche dell'altro mondo: ed ora sta dventando anche il mio :-)
    Mi piace molto questo tipo di connubio! Si la ricetta è uguale probabilmente ha attraversato mezzo mondo per poi giungere a noi attraverso le navi :-)
    Baci

    *Alem: si profumatissime e apena le metti in bocca ti lasciano quell'aroma di zenzero che appena finita una nè prendi di seguito un'altra ;-)

    *Simo: simo falle! Sono una delizia sfiziosa :-)

    RispondiElimina
  13. *Alex: allora la devi provare questa ricetta! Dopo averla fatta tre volte di cui la prima volta mi partivano i filamenti della zucca e della patata da tutte le parti, la seconda volta è andata meglio poi alla terza...ho chiesto consiglio a Clara per capire sia come doveva venire la forma che la cottura e allora tutto si è risolto nel modo migliore...
    Quindi ho cercato di spiegare anche a voi bene tutti i passaggi suggeritemi dallo chef ;-) e anche quelli sperimentati da me dopo aver capito che più si schiacciava con il cucchiaio più l'acqua veniva fuori e l'impasto rimaneva compatto :-)

    *Babs: Ed infatti lo è stata!

    *twostella: baci anche a te! :-)

    RispondiElimina
  14. *papavero di campo: guarda ho visto che con la zucca ci puoi preparare di tutto. Dai primi ai secondi, dalle creme alle gelatine, dal pane alle torte...ed ora cn la tua versione anche la pizza? Ma che bello :-) Chissà se ti ricordi all'incirca di come si faceva? Comunque cercherò di sperimenterla con la pizza che di solito faccio!
    Un bacio anche a te papavero bello! ;-)

    *manu e silvia: si si lo zenzero è il tocco magico! :-) Provatele!

    *Artemisia: molto gustosi e con quel non so che di particolare che ti attira molto :-)

    RispondiElimina
  15. *il:cercatore: si hai visto paola quelle due cucurbitacee? Una verde e l'altra gialla? Ma che forme strane che hanno queste zucche, però sono bellissime! Baci!

    RispondiElimina
  16. La zucca piace tanto anche a me... versatile e adattabile a dolce e salato. Colgo l'occasione: buon onomastico!!!

    RispondiElimina
  17. *lacquadorosa: non sapevo che ieri era S.Carlo Borromeo, anche perchè da noi gli onomastici non è usanza festeggiare, ma gli auguri sono sempre ben accetti.
    E contraccambio con piacere dato che ci chiamiamo con lo stesso nome!;)

    RispondiElimina
  18. ho fatto la zucca in due modi, vieni a vedere

    RispondiElimina
  19. ma sai che mi pare assai appatitosa queso mix zenzero zucca?

    RispondiElimina
  20. *papavero di campo: arrivo!

    *radicchio: si molto appettitoso e profumsoso :)

    RispondiElimina
  21. I'm not sure why but this website is loading extremely slow for me. Is anyone else having this problem or is it a issue on my end? I'll check back later and see if the problem still exists.


    my web page ... new cellulite treatment

    RispondiElimina

Template by pipdig