lunedì 4 aprile 2011

Dolce ritorno e sospiri...

Patate americane fritte
Buongiorno e ben ritrovati a tutti!
Dopo aver tirato un grosso sospiro di sollievo, in quanto mio padre di giorno in girono sta migliorando, voglio ringraziare tutti coloro che mi hanno confortato! Non solo quelli che commentano il mio blog ma anche tutti coloro che ci conoscono e che sono stati vicini a noi della famiglia. Ogni giorno che passa ci sono dei miglioramenti ed ora speriamo che tutto proceda nel verso giusto! Incrocio le dita! Il vostro sostegno fatto di testimonianze e parole affettuose mi ha rincuorato e commosso.
Vi devo dire GRAZIE! Siete delle persone sensibili e meravigliose.
Quindi giriamo pagina! Anche la primavera è arrivata, anzi diciamo l’estate perché qui ci sono temperature molte alte per la stagione, ma va bene così!


Patate americane fritte
Allora partiamo con queste patate americane fritte, beh proprio una vera ricetta non è ma se non si sta attenti ad alcuni accorgimenti e passaggi nel prepararla può anche venire male! E in più è fatta con una patata che non so se tutti la conoscono. Si tratta della dolce patata americana poco frequente sui banchi dei nostri fruttivendoli o nell’orto! Ha un bel colore arancione ed è dolcissima! Ci vuole colore anche nei piatti no? Alcune le ho lessate per metterle insieme a delle bietole dal colore rosso, arancione e bianco, poi me ne erano rimaste due, solo due che se ne stavano li nel cestino di vimini abbandonate e che se poi non le cucinavo andavano a male e allora mi è venuto in mente di farle fritte! Affettate sottilmente come quelle che si comprano nelle buste al supermercato. Fatte in questo modo i miei figli le adorano! Più di quelle a forma di bastoncino surgelate!
Ho aggiunto un tocco di Sale della Camargue che avendo una struttura cristallina più grossa di quella di un sale comune dona un leggero tremolio al cibo essendo fatto da cristalli a grandezza e forma irregolare. Ha un potere salante maggiore del sale comunemente usato in cucina ed è molto umido. Infatti quando lo si porta in bocca assieme ad una patatina fritta, viene sciolto a ritmi diversi e con fasi di salatura alterne. Beh un connubio tra dolce e salto niente male! In più per un tocco primaverile ho aggiunto delle foglioline di timo al limone colte nel mio giardino.

Patate americane fritte
Prendere delle patate americane, la quantità sceglietela voi in base alle persone che volete accontentare, io avendone rimaste due come detto sopra ho sodisfatto i miei due figli, quindi diciamo una a testa essendo più grosse di quelle bianche o gialle. Sbucciate e lavate le patate, tagliatele a fettine sottili, io le ho fatte a mano altrimenti se volete essere perfette fatelo con una mandolina. Ora immergetele in acqua abbastanza fredda, anche con ghiaccio. Questo serve a non farle scurire e per eliminare l’amido in ecesso. Prendete una padella e versateci dell’olio di semi per friggere. Nel frattempo che l’olio si scalda scolate le patate, un po’ per volta e asciugatele bne in uno strofinaccio da cucina. Versatele nell’olio bollente. Quando vedete che si stanno dorando prendete una schiumarola e scolatele su dei fogli di carta per fritti. Ripetere questa operazione fino a che le patate non si sono esaurite.Salate e servire subito.
Un abbraccio affettuoso a voi tutti!
Share:

14 commenti

  1. Un abbraccione anche a te mia cara, vedrai che andrà tutto bene1

    RispondiElimina
  2. sono felicissima di sentirti!
    il giorno della festa del papà ti ho pensato tantooo! volevo chiederti come andava ma poi ho pensato che era meglio lasciarti "tranquilla"
    un abbraccio!

    RispondiElimina
  3. che bello leggerti....che sollievo leggerti....grazie per questa ricettina festaiola....un abbraccio

    RispondiElimina
  4. ciao! Sono contenta che stiate tutti bene...Ti abbraccio forte e buona giornata! :-)

    RispondiElimina
  5. Un dolcissimo ritorno! Sono proprio contenta che poco alla volta la situazione stia migliorando per tutti voi ...

    Baci e abbracci assortiti :-)

    RispondiElimina
  6. Felice che la primavera sia arrivata e i pensieri tornati alsereno! Un abbraccio.

    RispondiElimina
  7. il colore di questo piatto la dice lunga su come ti senti! un abbraccio grande per te e il babbo!

    RispondiElimina
  8. Che bello ritrovarti ma sopratutto sapere che lo stato di salute di tuo padre sia migliorato...bentornata!!!!! Un abbraccio M

    RispondiElimina
  9. passavo di tanto in tanto senza osare a lasciare nulla... ma questa ricetta e la notizia che il tuo papà stà meglio mi ha fatto prendere coraggio! sono davvero felice per il tuo papà che con la vostra forza e il vostro amore stà migliorando sempre più! sarà una Pasqua davvero di rinascita per tutti voi, un'abbraccio Ely

    RispondiElimina
  10. Un abbraccio forte forte a tuti voi che mi state vicino!

    Siete stupendi! :-)

    RispondiElimina
  11. io sono capitata adesso nel tuo blog e mi spiace quello che è capitato a tuo padre.spero adesso tutto bene.che bella ricetta e le foto molto invitanti!

    RispondiElimina
  12. *lucy: benvenuta! si tutto bene grazie! :-)

    RispondiElimina

Template by pipdig