venerdì 9 gennaio 2009

Grom e la enocioccogelateria Brunelli


Ultimo post su Torino poi non ne parlo più prometto! Ma le cose che ho visto in tre giorni son tante (pensate se ci stavo una settimana!) , d'altronde Torino èTorino :) e volevo riportarle tutte sul mio blog come traccia del mio viaggio.

Allora ero giunta in via Giuseppe Garibaldi, via dei negozi fashion e glamour, quando mi passa vicino un ragazzo con in mano una coppetta blu di gelato con una scritta bianca. Penso un attimo, conto uno, due, tre e ho l'illuminazione! è il gelato di GROM! e allora comincio a guardare attentamente a destra e a sinistra della via alla ricerca della gelateria per poter assaggiare questo gelato tanto nominato nelle rete e descritto come il gelato più buono che c'è!

Non era nei miei programmi visitarlo (causa poco tempo) ma il destino ha voluto che ci incontrassimo per puro caso e così ho finalmente mangiato anch'io il gelato di GROM! Il gelato come una volta!
Gelati senza additivi, senza aromi, né coloranti o conservanti, solo frutta fresca; con ingredienti naturali di altissima qualità, con meno grassi e zuccheri, ma ricco di materie prime e quindi ricco di proteine e con facile digeribilità.


Fanno anche sorbetti, granite e cioccolate calde. Una gelaeria molto innovativa nel suo genere, attenta a mantenere il legame con le vecchie tradizioni. Con l’icona della lumachina si indica che il gelato è Presidio Slow Food invece con il simbolo di una spighetta si indica i gelati con presenza di glutine e quindi non adatti al consumo da parte dei clienti celiachi.
Cè un gusto nuovo ogni mese come quello di Ottobre che era la Crema al profumo di China Martini.
...e poi la crema fatta con uova biologiche, caffè con caffè del Guatemala genuina antigua, crema di grom con paste di meliga di battifoglio, bacio con granella di nocciola tonda gentile delle Langhe e cioccolato Venezuela piantagine “Palmira”, marron glacès con i marroni canditi di Borgo San Dalmazzo, cioccolato extranoir con cioccolato Bolivia piantagione “Cru Sauvage” e granella di cioccolato, cioccolato fondente con cioccolato Venezuela piantagione “Palmira”, nocciola con nocciola tonda gentile delle Langhe, Yogurt con yogurt fresco intero, stracciatella con granella di cioccolato Venezuela (6 mm), caramello con zucchero caramellato e sale rosa Himalaya, pistacchio con pistacchio Siriano, assata Siciliana, con ricotta di pecora e canditi.

...e gusti alla frutta con frutta di stagione e freschissima come:

Limone con limone sfusato di Amalfi
Pera con polpa di pera
Pesca con polpa di pesca tardiva
Melo con polpa di mela Granny Smith
Fico con polpa di fico bianco tardivo
...insomma di tutto e di più, gelati molto cremosi e di ottima qualità ma e qui viene il bello non è per me il gelato più buono che abbia provato, non me ne vogliate (mi riferisco a coloro che invece lo trovono divino) ma avendo avuto il piacere di degustare il gelato fatto artigianalmente dall 'enocioccogelateria di Paolo Brunelli della provincia di Ancona devo dire che questo è il gelato più buono che abbia mai assaggiato e finchè non ne mangerò uno migliore questo mio giudizio sarà così!
Attenti non dico che il gelato GROM non è buono per carità, ma che non è il più buono secondo il mio giudizio.
Forse coloro che stanno nelle grandi città come Roma o Milano non hanno trovato di meglio e quindi mettono questo al primo posto, ma vi garantisco che io ogni volta che vado fuori e assaggio un gelato torno sempre a casa con la voglia matta di mangiare quello di Brunelli perchè è così buono, così genuino, così cremoso, così gustoso che al momento non ci sono paragoni con nessuno di quelli che ho mangiato dalle altre parti d'Italia e d'Europa. E' insuperabile al momento!

Anche qui si usano prodotti di prima qualità! Ottimi e genuini! e sono lì dal 1948, una tradizione tramandata da generazioni.

L'appasionato e il creativo di queste prelibatezze è Paolo Brunelli, passione nata da quando era un ragazzino cercando ora di coniugare la tradizione con l'innovazione; si inventa sempre gusti nuovi come il cioccolato aromatizzato con il peperoncino o con il pepe o il cioccolato al latte con fior di sale, o la crema brunelli con cioccolato venezuelano al 65% di puro Criollo.
Oltre ad utilizzare prodotti come il pistacchio del Bronte, la nocciola i.g.p. tonda gentile delle Langhe, i mandarini tardivi di Ciaculli, il limone primo fiore di Sicilia prende la frutta fresca proveniente dalle Aziende Agricole delle Marche come la Pera Serrungarina e le fragole, il miele di acacia biologico e la ricotta di bufala, il latte, panna fresca e mascarpone, e le uova di provenienza biologica.

Le stesse qualità si trovano nelle torte gelato, nei semifreddi e nelle mousse, tutti prodotti senza grassi idrogenati e coloranti e aromi di sintesi.

Il laboratorio artigianale della famiglia Brunelli oltre ai gelati crea anche uova di cioccolata con ottimi ingredienti come il pregiato burro di cacao e aromi naturali- a temperature giuste, a seconda che si tratti di cioccolata fondente o gianduia. Perchè il cioccolato come il gelato è una questione di equilibri, di miscele calibrate di ingredienti unite a passione e saggezza. E l'esterno delle uova di cioccolata sono decorate con vera maestria.
Alcuni esempi dei prodotti che usano per fare il gelato:

  • Gelato alla fragola: fragole 60%, saccarosio (zucchero comune), acqua minerale naturale Levissima, sciroppo di glucosio, succo di limone, neutro puro (farina di carruba e di guar);

  • Gelato al mandarino: succo di mandarino siciliano 70%, zucchero di canna, acqua minerale naturale, neutro puro (farina di carruba e di guar);

  • Gelato al cioccolato: è la vecchia ricetta della loro nonna Anna, ovviamente aggiornata ai giorni nostri. La ricetta originale prevedeva soltanto l'utilizzo di cacao in polvere. Oggi è stata integrata con cioccolato puro 100% (massa di cacao) tra le migliori qualità esistenti in commercio. Gli ingredienti sono: latte fresco intero "Tre Valli", saccarosio (zucchero comune), massa di cacao pura 100%, panna fresca intera "Tre Valli", cacao in polvere 22%-24%, destrosio, tuorlo d'uovo pastorizzato, miele marchigiano, latte in polvere, neutro puro (farina di carruba e di guar).
Le foto dei gelati non posso farle vedere perchè in inverno non ne fanno ma appena inizieranno questa primavera non mancherò di metterle nel mio blog, nel frattempo vi metto queste dolcezze di cioccolato.

Due cioccolate in tavoletta:
Gran cru al latte con sale dell’Himalaya dal guso dolce sapido

Gran cru derivato da cacao nobile Crollo

con denominazione d’origine Sur del Lago – Venezuela.

Chicchi di caffè HUEHUETENANGO (cru San Pedro Necta)

ricoperti di finissimo cioccolato al latte- nel sacchetto trasparente

la scatola racchiude:

divini cioccolatini che sono finiti in un batter d'occhio!
 

 
Graffioni alla gianduia

con cioccolata amara e nocciole di Cravanzana (CN)

Cioccolatini alle spezie (cannella e anice)


Barrette di cereali con cioccolata fondente

Praline di cacao con miele di acacia,

grappa di Moroder (Conero) e cioccolato al latte.


Volete poi un sorbetto inedito? Alla lacrima di Morro (acqua, zuccheri, albumi d'uova, e tanta Lacrima!) sarebbe il vino la Lacrima di Morro D'Alba, vino rosso buonissimo della nostra località o al Verdicchio sempre della nostra zona.

Oppure un gelato inusuale? C'è quello alla capra dei Monti Iberici o quello ai frutti di mare con un vapore di sugo di cozze e vongole aromatizzato con limone, menta e zucchero o se vogliamo stupire di più quello all'olio extra vergine d'oliva e pepe bianco.
Impressioni di gusto di Paolo Brunelli

Cioccolato al latte al 40% da abbinare ai vini marchigiani come il Verdicchio dei Castelli di Jesi- Passito Torditura 2000 Moncaro - Terre Cortesi Montecarotto;
Cioccolato fondente extra la 72% con il Visner di Pergola - bevanda aromatizzata a base di vino e visciole o con Grappa di Rosso Conero Dorico Azienda Agricola Moroder;

Cioccolato Gran cru latte al 40% con fior di sale dell'Atlantico da abbinare a un vin Santo di Offida;
Cioccolato fondente extra la 72% con grue di cacao con una birra Noel Baladin del birrificio del Pozzo di Cuneo.
Tutto da degustare con una musica importante, dolce, spigolosa come i Notturni di Chopin o Mozart oppure esaltare queste sensazioni con il Bolero di Ravel o la musica di Miles Davis degli anni 60/70.
Da Brunelli si ha il piacere di degustare un gelato dalle note fresche, golose,
pure e morbidose e un cioccolato da veri intenditori e appasionati.

si trova all'interno dell'Hotel Al Belvedere
nella piazza storica di Agugliano (Ancona)
 

via G. Garibaldi, 11
TORINO
 
Share:

21 commenti

  1. Prima o poi un salto a Torino lo devo proprio fare. Per noi appassionati di cucina deve essere proprio una mecca.
    Ho ormai sentito molto parlare di Grom, sono troppo curiosa di provare il suo gelato.
    Ciao
    Alex

    RispondiElimina
  2. Che post meraviglioso! Accurato, scritto che è una meraviglia...è davvero piacevolissimo, leggerti! Per questo ho deciso di girarti un altro premio che ho ricevuto, perchè, oltretutto, penso che l'aggettivo "lovely" sia perfetto per il tuo grazioso ed amabilissimo blog! Quindi...passa da me che c'è un regalino! Ah, per quanto riguarda il gelato di Grom, ho avuto occasione di assaggiarlo di recente a Firenze: ma io non l'ho trovato così eccezionale, tranne che per il gusto "pera" che era impressionantemente vero e gustoso! Sai cos'è? E' che da quando ho la gelatiera e il gelato lo faccio in casa, fresco e con gli ingredienti migliori che riesco a trovare, tipo il matcha di alta qualità...ci siamo un po' viziati! bacioni :-)

    RispondiElimina
  3. Che meraviglia di posto, quante cose buone....e poi come racconti tu, non lo fa nessuno....pare di esser lì in tua compagnia...........
    un bacione

    RispondiElimina
  4. Non so se avrei il coraggio di assaggiare un gelato ai frutti di mare, ma, quanto al gelato di Grom, concordo con te: è sopravvalutato e se non si premurassero di specificare l'origine degli ingredienti, affibbiando ai gusti nomi altisonanti, dovessi insomma, assaggiarlo da un'anonima coppetta scelta senza leggere "la carte", lo troverei un gelato normale. Il gelato più buono del mondo per me è quello dell'Antartide, cremosisssimo, pannoso e con tanti chips di cioccolatofruttafrescaseccacanditi interi e croccanti!

    RispondiElimina
  5. :-) dai tuoi post leggo su torino cose che davvero non avevo mai sentito...torino a mio sapere è considerata una delle meno belle città del nord...mi fa piacere che invece ne sei rimasta entusiasta:-)però...la gelateria proprio no dai:-)in ogni città esiste la gelateria che lavora bene...gelati cremosi e gusti sempre nuovi:-)però sono contenta per te...si legge il tuo entusiasmo:-) un bacio
    Annamaria

    RispondiElimina
  6. troppo bello questo post!!

    RispondiElimina
  7. eheh ma mi stai sottilmente suggerendo di andare prima a torino e poi a ancona e provare il gelato??? quasi quasi...il gelato più buono che ho mangiato quello fatto da me!!!! Non è vero...l'ho mangiato in un paesino sperduto della repubblica ceca...era fantastico..ma dove? Bho....ma tu che studi??? dai che sono curiosa...baciottoli

    RispondiElimina
  8. Noooooooooo!!! Perchè??? A me Torino piace tantissimo!!! Continua continua!!

    RispondiElimina
  9. Goloso! Golosissimo questo post e poi dettagliato, come sempre.
    E' un piacere acquisire tutte queste informazioni - ogni volta con un'ondata di acquolina in bocca - ma è sempre un piacere!
    Bacioni, Carla.
    a.o.

    RispondiElimina
  10. Torino è una città magnifica, dove mi trasferirei senza esitazioni. Vabbè, il mare è un po' distante, ma per il resto c'è tutto quello che piace a me :))
    che bello questo post, sei sempre dettagliata e coinvolgente

    RispondiElimina
  11. Strepitoso viaggio nel gusto, tra sfumature di gelato e cioccolato ... torno con i piedi per terra! Buon fine settimana

    RispondiElimina
  12. Non sono stata a Torino cosi' bene, nel senso che sono passata e volata velocemente, peccato so' che é una bella citta...e poi tutte queste cose da scoprire...ogni città ha il suo fascino ed é davvero interessante scoprirli anche attraverso un racconto cosi' bello come il tuo.
    Grazie, sai che abbiamo gli stessi gusti musicali? Buona domenica

    RispondiElimina
  13. Mi hai fatto venire voglia di gelato anche se fuori ci sarà -3°!!! Ciao Laura (rediviva...ti ricordi di me? Avevi vinto un pacco di prodotti giapponesi sul mio vecchio blog! ;) )

    RispondiElimina
  14. *Romy: un altro premio nel giro di pochi istanti! Ma grazie Romy, sei carinissima e dolcissima :D
    Grazie per i complimenti che mi sempre mi fai :)))
    Avendo la gelatiera si si penso proprio che siate viziati ;) un bacio!

    *Onde99: concordo con te in toto per quanto riguarda il gelato di GROM! Ora però mi spieghi, dove mangi il gelato dell'Antartide? :)

    *unika: ciao annamaria, se non sei mai stata a Torino io ti consiglio vivamente di andarla a vedere perchè è una delle più belle città d'Italia e merita davvero.
    Torino è stata nominata capitale del Design 2008, è piena di musei importanti come quello Egizio che è il secondo al mondo dopo quello del Cairo!
    Ha il museo nazionale del cinema all'interno della Mole Antonelliana.
    E' anche la capitale del gusto infatti vanta una tradizione enologica e gastronomica che la rende famosa sia per gli ingredienti spesso unici dei suoi piatti che per la creatività dei suoi chef, pasticceri e cioccolatai!
    Torino è anche la città dei caffè storici, dove sin dall’Ottocento uomini di cultura, politici e nobili dame si incontravano e ancora oggi è tappa importante per la cultura piemontese.
    Ci sono durante l'anno numerevoli appuntamenti ed eventi come quello della fiera Internazionale del libro.
    E' la città del barocco, del liberty e delle residenze reali.
    E' una città con una straordinaria scenografia che va dalle Alpi alle morbide colline, al Po e agli altri fiumi come la Dora Baltea e la Dora Riparia e giardini come quelli Reali e il grande Parco S.Valentino.
    Nel Duomo di Torino è conservata la Sacra Sindone e poi altro ancora....
    Come vedi è una città ricca culturalmente che artisticamente.
    Ti ho convinta almeno un po'? :)

    Per quanto riguarda la gelateria ma certo che in ogni città ci sarà la gelateria che fa i gelati cremosi, morbidosi, spumosi insomma buoni e ci mancherebbe altro, siamo in un Paese dove il cibo e i gelati sono i migliori del mondo!
    Ma avendo avuto l'opportunità di assaggiare il gelato di Grom tanto osannato in rete, posso dire che alla fine non è tutto quello che si dice! Come ho detto nel post, chi dice ciò probabilmente non ha trovato e provato di meglio e chiaramene per loro quello è il migliore.
    Io avendo assaggiato il gelato di Brunelli ( e non lo dico perchè è delle mie parti ma perchè è la sacrosanta verità) ritengo che sia il migliore, finchè non ne assaggerò uno che sia più buono ancora di questo.
    Pensa che delle mie amiche di Ancona ed Ancona città ce ne sono di gelaterie che fanno il gelato molto ma molto buono quando hanno sentito questo sono rimaste entusiaste!

    Se dovessi venire dalle mie parti chiamami che ti ci porto :D

    *Lo: ma dai Lo nella repubblica ceca hai mangiato un gelato fantastico? O_O
    beh quello fatto da te ci credo che è buono!
    Vuoi sapere cosa studio? Indovina un po'?

    I N F O R M A T I C A !!!

    Ho un librone da studiare! Ti ricorda niente le query, le tabelle, i report, le maschere ecc ;)
    Baci bacioni baciotti belli!

    RispondiElimina
  15. *susinastregadeltè: a chi lo dici susina...pure a me piace molto!
    Era solo per il semplice motivo che ultimamente parlavo sempre di Torino, sembrava che non avevo altro da dire o una piemontese nè! ma diamo a Cesare quel che è di Cesare ;) e non volevo lasciar niente in sospeso con questa città stupenda! Immagina se dovessi starci un mese a Torino ahhhahh
    Baci cara susina :D

    RispondiElimina
  16. *a.o: bentornata aiuolina cara...passate bene le vacanze natalize? Passo poi a trovarti :)
    Un bacio

    *elisabetta: ciao elisabetta ben ritrovata anche a te! grazie per i compli! un abbraccio grande e un bacio grosso :D

    *twostella: eh lo sai che il cioccolato è una mia passione ehhhh...
    Lo sai si che dal 6 al 15 marzo 2009, nello storico salotto di piazza Vittorio Veneto ci sarà CioccolaTò! Il cibo degli Dei accostato alla seduzione? Quanto vorrei esserci!
    Un bacio carissima

    RispondiElimina
  17. *mariluna: ciao mariluna!
    Si dai la prossima volta devi fermarti un po' di più a Torino perchè merita veramnete :D
    Io penso che non abbiamo solo gli stessi gusti musicali ma anche altre cose che ci accumanano :)

    RispondiElimina
  18. *laura: lauraaaa!!!! finalmente ma che fine hai fatto! cioè mi spiego dove eri andata? Non ti trovato più...avevo letto wedding planner...o mi sbaglio? poi non ti ho più trovato! Son contenta che sei ritornata tra noi :D
    Ti mando un bacio grande e poi passo a salutarti!

    RispondiElimina
  19. Ci sono passata anche io davanti a Grom durante il mio giretto in centro per andare dal Bicerin!!! Ma non l'ho assaggiato, mannaggia. Bel post come al solito, quando torniamo a Torino??? Bacione

    RispondiElimina
  20. Buongiorno Carla!Come stai?
    Non sono mai stata a Torino,ma mi piacerebbe molto andarci,deve essere splendida.
    Un bacio

    RispondiElimina
  21. *paola: mi sa che facciamo prima a vederci a Roma no? Baci

    *parole di burro:bene grazie! Ben tornata tra noi carissima!
    Si torino è magnigica!
    A giorni paso da te!
    Un bacio

    RispondiElimina

Template by pipdig