martedì 21 aprile 2009

La focaccia di Federico Torri nella Locanda Locatelli

Da quando Sigrid ha postato questa focaccia non sono riuscita mai a fotografarla, nel senso che da quando ho provato a farla nella mia cucina non ho mai e dico mai - sino a qualche giorno fà - avuto la possibilità di fare delle foto per metterle nel mio blog! e sapete perchè? Perchè finisce in un battibaleno :) Ho dovuto farne una in più (senza che i miei figli se ne accorgessero) perchè altrimenti mi avrebbereo linciato! Ed ecco allora che condivido con voi questa super e semplice focaccia. Approvo in pieno e in toto quello già detto da Sigrid "una semplicità assurda" nel farla e aggiungo : gustosa, morbida e croccante allo stesso tempo, e se la coprite con del rosmarino tagliuzzato a pezzettini diventerà pure profumatissima. Mio marito la preferisce alla pizza fatta in casa perchè la digerisce meglio {sarà la farina manitoba? Mah?} e farcita con le erbe di campo e le patate diventa un piatto unico!
Questa ricetta del cavoletto rientra nella lista delle ricette della mia famiglia che si devono fare assolutamente almeno una volta alla settimana! Quindi sapete già che dalla mia cucina si sforna ogni settimana e non sto scherzando {sono testimoni i miei vicini di casa in quanto apprezzano molto :-D} i cookies crinkle al cioccolato e la focaccia Locatelli. Riporto qui la ricetta quasi testualmente del cavoletto:
per l’impasto
250 ge di farina manitoba
250 ge di farina 00
15 gr di lievito di birra fresco
225 gr di acqua a 20°C 225 gr
2 cucchiai d'olio d’oliva extravergine
10 gr di sale

per la salamoia
65 gr di acqua a 20°
65 gr d' olio d’oliva extravergine
25 gr disale

...per il sale io mi sono regolata così: un cucchiaio nell'impasto e uno nella salamoia...

Mescolare tutti gli ingredienti della salamoia con una forchetta fino a ottenere un liquido cremoso e omogeneo, di un colore verdolino. In una ciotola capiente, mescolare le farine e il sale, versare al centro l’olio e il lievito sciolto nell’acqua, mescolare bene il tutto con un cucchiaio, poi ungere la superficie dell’impasto (senza averlo impastato) con poco olio e lasciar riposare, coprendo la ciotola con un panno, per 10 minuti. Coprire una teglia con della caarta da forno e ungerla con dell'olio evo, riversarci l’impasto che rimane molto soffice, ungere di nuovo leggermente la superficie e lasciar riposare per 10 minuti (io ho provato anche a farla lieviatre di più, per circa 30 minuti e il risultato è ottimo!). Poi stendere l'impasto usando il mattarello, partendo dal centro, una volta verso il basso e una volta (sempre partendo dal centro) verso l’alto, senza premere troppo, delicatamente in modo da non rompere le bolle d’aria che si stanno formando all’interno. Lasciar riposare per altri 30 minuti. A questo punto, con la punta delle dita, formare tanti bucchetti sulla superficie dell’impasto, rimescolare la salamoia e versarla tutta sulla focaccia, riempiendo tutti i buchetti formati prima. Lasciar riposare di nuovo per 30 minuti. Infornare il tutto a forno già caldo a 220° C lasciando cuocere per 25-30 minuti o sino a che la focaccia non sia dorata. Aggiungere del rosmarino, delle olive, dei pomodorini rossi o qualsiasi altro ingrediente che più vi piace!

Buon appettito!
Share:

20 commenti

  1. L'ho fatta anch'io e trovo che sia divina. A me è occorsa un po' più di acqua rispetto a quella che hai indicato, forse 300 ml, ma il risultato è stato strepitoso! E'un po' che non faccio focacce, devo ritentare!

    RispondiElimina
  2. *onde99: sorry!!! Ho sbagliato a scrivere, ma ho corretto! 225 gr di acqua come da cavoletto...

    Si è buonissima:)
    Un bacio

    RispondiElimina
  3. Caspita che bella: complimenti!

    RispondiElimina
  4. mi hai fatto venire un'iincredibile voglia di focaccia....solo a vederla ne immagino profumo e consistenza....per il resto tutto bene? un bacione

    RispondiElimina
  5. *Barbara: benvenuta nel mio blog! Thanks for the complimetns :)

    *Lo: così così...sono in una fase un po' stanca...

    RispondiElimina
  6. Mi dico sempre che devo provarla e poi mi dimentico, ad un tratto la vedo sul tuo blog e mi dico: Stavolta DEVI assolutamente^_^

    RispondiElimina
  7. Questa focaccia è entrata di diritto anche nel mio ricettario, ed è una garanzia, veloce e buonissima!

    RispondiElimina
  8. Devo proprio provare a farla anch'io........ha un aspetto favoloso! e poi Sigrid è una garanzia!
    baci

    RispondiElimina
  9. bellissimo post,molto descrittivo ed invitante ;)

    RispondiElimina
  10. La focaccia e' una delle mie preferite!!

    RispondiElimina
  11. ma che bella! vabbè con queste premesse cercherò di farla anche io!

    RispondiElimina
  12. Una delle cose che più mi piacciono al mondo! Da provare subito.
    Un abbraccio

    RispondiElimina
  13. Una delle cose che più mi piacciono al mondo! Da provare subito.
    Un abbraccio

    RispondiElimina
  14. La domenica questa focaccia non manca quasi mai in tavola, i miei figli l'adorano (e non solo loro...) :D

    RispondiElimina
  15. Mamma mia che bontà!!!! e ci credo che hai faticato per fotografarla, anche da me sarebbe durata un nanosecondo!!!! ^_^

    RispondiElimina
  16. Anch'io l'ho fatta é superlativa...e mi sono ripromessa di farla spesso, infatti nench'io quella volta sono riuscita a fare le foto, é sparita in un batti baleno calda e soffice, non ho resistito.
    Ti abbraccio con affetto!

    RispondiElimina
  17. Il bello della focaccia è proprio questo: non fai in tempo a sfornarla che ...

    Un saluto, Carla.

    RispondiElimina
  18. ciao troppo tempo che non vengo a trovarti, mi faccio un giro di tutte le tue prelibatezze.

    RispondiElimina
  19. carla lascio un rosso saluto per te e un papaverino abbraccio!

    RispondiElimina
  20. *papavero di campo: accetto molto volentieri il tuo abbraccio rosso papavero...un bacio :)

    RispondiElimina

Template by pipdig