giovedì 30 giugno 2011

Il fricchiò anconetano nella Cocotte Staub!


Lo conoscete questo piatto antico di verdure? E’ una ricetta contadina tipica delle mie parti e il suo nome è il “Fricchiò” ma so che in altre città d’Italia si conosce come il frecandò nel maceratese, la cianfrotta a Roma, la caponata in Sicilia, il ciambotto nell'Abruzzo e l’Iman Bavildi nella versione turca e…e.. chissà ancora quanti nomi avrà e quante versioni ci saranno non solo qui in Italia ma anche nel resto del mondo. Forse una simile ratatouille francese? Anche se questa è accompagnata da una salsa di peperoni. Ma Paese che vai nomi diversi che trovi! Una preparazione che poi ognuno a seconda delle tradizioni o no mette o toglie un po’ di quello che ha nell’orto o che trova sul mercato. Diciamo comunque che questo del cibo (come credo che lo sia anche per la musica) è un punto d’incontro con le varie culture che si percorrono lungo il mediterraneo o perché no al di là dell’oceano! Questa è la mia versione anconetana che mia nonna cucinava per mio nonno e che poi mangiavamo tutti in famiglia perché è appetitosa e stuzzicante!...son pomodorini, zucchine, melanzane, peperoni che si mettono in una cocotte con cipolla e pomodoro Ops! che si mettevano una volta in padella ora nella cocotte Staub!
Allora mia zia dice che all’inizio il piatto era formato solo da cipolla e pomodori, in quanto era un piatto povero che mangiavano i contadini, poi in seguito si è aggiunta la zucchina, la melanzana e infine il peperone. Si usavano i pomodori quelli rotondi, grandi e rossi perché essendo più acquosi , rilasciano più acqua in modo che le verdure si cuocevano con la loro acqua di vegetazione. Altrimenti bastava aggiungere un bicchiere d’acqua o di vino bianco e il problema era risolto. Ma oggi con questa cocotte in ghisa smaltata e con le semisfere che si trovano all’interno del coperchio si crea un effetto pioggia sui cibi evitando così il problema! In questo modo c’è una irrorazione continua su tutto il contenuto della cocotte e le verdure vengono cotte in modo perfetto!
Il fricchiò anconetano
1 cipolla grande bianca
250 gr di pomodorini (datterino o ciliegina)
2 zucchine (io né ho messa una verde e una gialla)
2 melanzane
2 peperoni (il colore a vostro piacere gusto)
2 cucchiai di olio e.v.o.
sale e pepe quanto basta.
Versare due cucchiai d’olio e.v.o. nella cocotte e tagliare la cipolla in maniera che sia molto ma molto sottile. Farla ammorbidire e non rosolare, appena si è velata aggiungere i pomodorini tagliati a pezzetti. Tenere la fiamma molto bassa deve cuocere lentamente. Dopo 5 minuti aggiungere tutte le altre verdure tagliate sempre a pezzetti e lasciar cuocere molto lentamente. Salare, e pepare quanto basta e se volete anche un peperoncino non ci sta male! Basta attendere 20 minuti e il piatto è pronto! Anche freddo è molto buono ma nella  Cocotte Staub si conserva caldo a lungo!
...se conoscete altre versioni suggerite pure che son tutte orecchie :-)
Buon Fine settimana!

Share:

8 commenti

  1. OTTIMO !!! :-)
    SICURAMENTE DA PROVARE .
    Roberto

    RispondiElimina
  2. davvero invitante e ottimo come contorno oppure per condire un piatto di pasta.. bacino

    RispondiElimina
  3. il sottile filo che ci accomuna con le sfumature del cibo è molto intrigante....così come questa splendida padellata di verdure corolate! un abbraccio

    RispondiElimina
  4. lo frecandò!!!!!! lo faceva sempre mia nonna!!! che profumino!! che piatto magnifico!! verdure sane e gustose! Grazie Carla per questo prezioso piatto!
    buon fine settimana!

    RispondiElimina
  5. Ciao,
    ho appena aperto un blog, se ti va vieni a darci un occhiata :)))
    http://ursswithlove.blogspot.com/

    RispondiElimina
  6. in effetti nella cocotte staub ho già provato la ratatuia ( si chiama così in Piemonte e gli ingredienti sono uguali...) e viene perfetta! La tua smaltata chiara è davvero bella ed elegante
    buon we

    simonetta

    RispondiElimina
  7. *Roberto: Ciao Roberto! invitante vero? se provi poi fammelo sapere che son curiosa :)

    *La cuoca pasticciona: si anche come condimento per la pasta non è male ma lo vedrei meglio da solo con una bella fetta di pane pugliese o con una focaccia perchè è già ricco di per se ma , forse con un cous cous?! Penso che sarebbe azzeccato! ;)

    *Lo: belle le verdure che ci sono in questo periodo ehh? Assortite e gustose :) un bacio

    *chiara: lo frecandò… Ah lo conosci chiara :) anche tua nonna ehhhehh le tradizioni che si tramandano quanto mi piace! E son contenta che anche tu apprezzi questo semplice ma buonissimo piatto :) baci

    *aboutgarden: ciao simonetta! Ecco vedi dalle tue parti si chiama ratatuia, per via dei confini d’oltre Alpe immagino ;) vero? Hai visto come vien cotta bene nella cocotte? Sì in effetti questo colore grigio della coccotte Staub è elegante e di moda :)

    RispondiElimina
  8. Mio babbo ci mette anche le patate!

    Buona giornata, compaesana. :)

    RispondiElimina

Template by pipdig