lunedì 11 luglio 2011

Ovis molis alla confettura di pesche per una colazione ricca

Buon lunedì! Fine settimana caldissimo ehhh!? Ma per fortuna il mare è vicino e se qui sulle colline non circola l’aria (poche volte accade ciò ma questi giorni sono stati una di queste poche volte) si parte e si va a fare un bel tuffo nelle acque dell’Adriatico (la Baia di Portonovo). Però nonostante il caldo torrido ho acceso il forno! Si l'ho fatto! E’ che quando mi prende la voglia di fare non “guardo in faccia a nessuno” nel senso che non mi importa se grondo di sudore. L’importante è che sono a casa da sola così mi concentro meglio, apro la porta/finestra della mia cucina che da sul terrazzo e che nel pomeriggio è senza sole, accendo la televisione e metto un canale dove trasmettono documentari sugli animali o dove si parla delle isole e delle loro bellissime acque che le circondano. Quando cucino mi piace avere come sotto sfondo un vocio rilassante o  altrimenti accendo la radio e mi collego su radio Montecarlo che trasmette spesso musica soft. Ecco così riesco a fare baking con molto piacere e questi ovis molis alla confettura di pesche saturnine sono stati fatti venerdì scorso. La ricetta è tratta dalla rivista Sale & Pepe non di questo mese ne di quello passato ma di tanti anni fa! Ogni tanto mi piace ripescare ricette da giornali o libri datati tanto sono sempre attuali! E così sfogliando questa rivista mi ero ripromessa di fare questi biscottini dalla pasta frolla utilizzando i tuorli delle uova sode. Si si uova sode e questa cosa mi aveva molto incuriosita, in più avevo questo barattolino di confettura di pesche saturnine fatto dopo averle raccolte qui a cui ho riservato un posto d'onore e privilegiato cioè quello di inserirsi nella cavità di questi piccoli piaceri dandogli un tocco di energia e di gusto insolito. La pasta frolla fatta in questo modo è di una friabilità davvero ottima non avrei mai creduto! Appena gli dai un morso ti si scioglie in bocca come un burro e quella parte di confettura gli dona una fragranza speciale.


Ingredienti per i biscotti
100 gr di farina
100 gr di burro
50 gr di fecola di patate
50 gr di zucchero a velo
3 tuorli di uova sode
la scorza grattugiata di mezza arancia (sostituita con quella di mezzo pompelmo)
confettura di pesche saturnine ma potete utilizzare anche quella di albicocche o altra frutta.
un pizzico di sale
Preparazione dei biscotti
Impastare il burro morbido con la farina e aggiunger la fecola, lo zucchero a velo, i tuorli sodi passati al setaccio, il sale e la scorza di mezzo pompelmo. Lavorare l’impasto fino a renderlo omogeneo, formare una palla e avvolgerla nella pellicola e lasciare riposare in frigorifero per almeno un’ora. Prendere l’impasto dal frigo e lavorarlo ancora un po’ma poco perché meno si maneggia con le mani meglio è! Mettere i biscotti su una placca foderata con della carta da forno, premerli al centro con un dito, formando un incavo e cuocerli in forno a 180° per una quindicina di minuti. Nel frattempo scaldare in un pentolino la confettura in modo da renderla liquida e versarla in una sac à poche da pasticcere o altrimenti in un cornetto di carta homemade come questo. Versare all’interno la confettura e spremerla nell’incavo dei biscotti, lasciare asciugare e mangiare.
Consiglio: è meglio aggiungere la confettura solo dopo la cottura dei biscotti perché se la mettete prima insieme ai biscotti quando cuociono nel forno tende a diventare collosa e a bruciacchiarsi un po’.
Ingredienti per la confettura
1,2 kg di pesche saturnine (1 kg senza il nocciolo)
500 gr di zucchero semolato
un limone
Preparazione della confettura alle pesche saturnine
Lavare le pesche e tagliarle in piccoli pezzi togliendo chiaramente il nocciolo. Mettere in una ciotola i pezzetti di pesca, versare lo zucchero e spremere un limone. Mettere il tutto in una casseruola e iniziare la cottura a fuoco lento, mescolando di tanto in tanto per evitare che possa attaccarsi sul fondo della casseruola ed eliminando ogni tanto quella schiumetta che si forma in superficie. Dopo circa 30 minuti o quando vedete che la confettura si è ristretta passatela al passaverdura. Rimettere tutto sul fuoco e continuare a cuocere per circa un'altra mezz'ora o fino quando la confettura è pronta, fate sempre la prova del piattino. Quando è pronta versarla ancora bollente in vasetti precedentemente sterilizzati sino ad un 1 cm dall’orlo e dopo averli tappati, capovolgerli lasciandoli raffreddare in questa posizione per creare il sottovuoto. Tenerli capovolti fino al giorno successivo. Metterli in un posto buio e fresco.

Avevo preparato questi biscottini per la colazione del giorno dopo ma alla sera erano quasi terminati dalla squisitezza degli ingredienti! Ma direi che sono ottimi anche per un tè pomeridiano accompagnati certamente da tè freddo!
Ciao! e a presto :-)
Share:

10 commenti

  1. anche per me questa è una ricetta inserita fra quelle "da provare" ma sono secoli che è inserita...troppo abitudinaria per cambiare! la baia di portonovo dici? un tuffo al cuore. di bruttobruttobrutto!

    RispondiElimina
  2. vien voglia di prenderne uno dal monitor...che buoni devono essere!
    Un saluto grande grande

    RispondiElimina
  3. *silvia.moglie: ciao silvia! non sai le cose che ho io in lista! a volte è più difficile a dirsi che a fare :) però se li provi vedrai che frolla friabile che uscirà :) buona giornata!

    *simo: buonissimi e infatti non sono durati niente :( ma li rifarò presto! baci a te carissima!

    RispondiElimina
  4. Li ho provati una volta ed è stata una tragedia. Ci riproverò con la tua, perchè hanno un aspetto ottimo e sicuramente con quella marmellata saranno buonissimi!!!
    Baciotti
    Laura

    RispondiElimina
  5. La mia colazione durerebbe ore con dei biscottini così! Li ho fatti e strafatti e sono i biscotti più buoni al mondo! Se poi accompagnati dalla tua meravigliosa marmellata...slurp!

    RispondiElimina
  6. Con questo caldo un pò di dolcezze ci vuole e i tuoi dolcetti sono così fragranti e profumati da dare la sensazione di sentire il loro sapore e profumo.
    Già che c'ero sono andata a fare una passeggiatina nel tuo post di Portonovo.Magnifico anche quello, viene quasi voglia di tuffarsi nel mare azzurro del display dell'ipad.
    Grazie per tutto.
    Un super bacio,a presto.

    RispondiElimina
  7. Golosissimi! Carino il tuo blog, mi sono subito unita ai tuoi lettori fissi, ciao SILVIA (passa da me se ti va)

    RispondiElimina
  8. Li adoro, letteralmente. Mi provocano un mancamento emotivo. Rubo subito la ricetta e li preparo per le mie prossime colazioni malinconiche (finite le ferie!). Un bacio, Pat

    RispondiElimina
  9. *farfallina:ciao! guarda io con questa ricetta mi sono trovata benissimo...al primo colpo mi è riuscita! ti consiglio di provarla e fammisapere :)

    *Kiara: Ciao Kiara! sono buoni?
    i miei non hanno fatto in tempo a sfornare che sono volati via come foglie al vento...ne ho lasciati alcuni per farne le foto altrimenti nemmeno quelli...

    *annamaria: ma grazie a te annamaria! Beh Portonovo è la mia spiaggia prediletta :) è un piccolo paradiso incastonato nel Monte Conero :) un bacio

    *sississima: grazie! ora passo da te :)

    *Patty: Ciao Patty! io ancora devo andare in ferie :( però avendo il mare a pochi chilomentri ne approfitto al sabato e alla domenica per rilassarmi
    un po'... e mi delizio con questi dolcetti e varie aspettando e contando i giorni che mi mancano per andarci :)

    RispondiElimina
  10. *sississima: sono passata adesso da te e volevo lasciare un commento ma con la finestra dei commenti impostata come la tua blogger in questo periodo non fa commentare...dovresti metterla (se ti va chiaramente) nella versione Pop up :)

    RispondiElimina

Template by pipdig